Autore

Giuseppe Naretto

Rianimatore alla Terapia intensiva dell’Ospedale San Giovanni Bosco di Torino