Autore

Mirella Ruggeri

Dipartimento di Sanità pubblica e Medicina di comunità, Sezione di Psichiatria e Psicologia Clinica, Università di Verona