Freud e l’arte

La collezione privata di arte antica

Disponibile

 60,00

ISBN: 978-88-7002-457-9 Tipologia: Argomenti: , Autore/Curatore: Simona Argentieri
Anno: 1990
Pagine: 192
  • Descrizione
  • Valutazioni (0)

Descrizione

Bellissimi oggetti, figure mitologiche e leggendarie, saggi ed eroi, tutte immagini dell’antichità, affollavano le stanze di Freud, accanto a foto dei suoi maestri di scienza e di medicina e delle sue muse femminili. Entrare in queste stanze significa incontrare il “Parnaso” e la “Scuola di Atene” che Freud costruì per se stesso traendoli da uno civiltà che interpretò così profondamente – e che egli stesso, forse più di chiunque altro, ha finito per rappresentare. Non si tratta, tuttavia, di un’opera puramente commemorativa, e la bellezza delle immagini – in sé compiuta – non è il suo solo fascino. Si tratta, invece, di un testo a più voci di storici, storici dell’arte, letterati e filosofi, più un solo psicoanalista (M. Bergmonn), che ci parlano dell’incontro emozionante e felice di Sigmund Freud con l’arte, in un indissolubile intreccio di avventura intellettuale e di intimi affetti.

Valutazioni

Ancora non ci sono valutazioni. Aggiungi una valutazione