Interviste

Le nuove frontiere della pediatria: ricerca e sviluppo sì, ma applicate al paziente

Probabilmente l’innovazione è ormai una scelta obbligata per rispondere alla crescente necessità di fare meglio con meno. La pediatria, come tutta la medicina, può fare grandi passi avanti ma dobbiamo essere disposti a usare l’innovazione come disciplina, non come un raro e improvviso colpo di genio. Cambiano inoltre gli strumenti a disposizione per l’evoluzione delle tecnologie che offrono soluzioni talvolta impreviste. E dobbiamo imparare a usarli. | Continua...

Oltre i confini

Alle frontiere della 180 prende spunto dalle storie, dentro e fuori i confini non solo geografici, di migranti che provengono da altrove, da altre culture, da altre strutture sociali, dal “diverso”. Che cosa ci insegnano e ci donano queste storie? Qual è la valenza sociale di una cultura transculturale? Che cosa accomuna il periodo in cui nacque la legge Basaglia con quello di oggi dominato dal tema delle migrazioni e della chiusura dei confini? Ne parliamo con l'autore: Davide Bruno. | Continua...

Pediatri in prima fila contro l’inquinamento e i cambiamenti climatici

A distanza di sette anni esce la seconda edizione di Inquinamento e salute del bambino: cosa c’è da sapere, cosa c’è da fare, a cura del gruppo Pediatri per un Mondo Possibile dell’ACP, rivolto agli operatori dell’infanzia e ai genitori. "Per continuare a mantenere alta l’attenzione individuale e collettiva sulle possibilità di modificare l’ambiente in cui viviamo e migliorarne la qualità - commenta Federica Zanetto - sia attraverso i singoli comportamenti individuali, sia con una azione di pressione sulle istituzioni." | Continua...

Non esiste un tesoro nascosto

"Definire cos’è lo spreco nella ricerca clinica è un’impresa quasi disperata", commenta Paolo Bruzzi. "Ad esempio, gli studi ministeriali sulla terapia Di Bella di quasi vent’anni fa potrebbero essere considerati uno spreco, dal momento che i risultati erano facilmente prevedibili, mentre a mio avviso sono stati molto importanti." | Continua...