In primo piano

Diagnosi e pazienti “difficili”

Sono numerosi i fattori che possono rendere difficile una diagnosi: da un disallineamento tra la percezione della propria accuratezza investigativa e quella effettiva, ai pazienti caratterialmente difficili. Sul BMJ Quality and Safety ne vengono esaminati alcuni, partendo dall’esempio del tumore al polmone. | Continua...

Il valore delle parole e delle scelte

Intendersi sul significato delle parole è un passo importante per avvicinarsi alla conoscenza. In questo senso, il lessico di Slow medicine è la chiave per capire meglio gli obiettivi e il percorso che il movimento sta compiendo. Partiremmo dal termine “slow”: perché è stata scelta questa parola e quale significato intendete darle? Intervista ad Antonio Bonaldi, co-fondatore di Slow medicine  e co-autore di Le parole della medicina che cambia. | Continua...

Le nuove frontiere della pediatria: ricerca e sviluppo sì, ma applicate al paziente

Probabilmente l’innovazione è ormai una scelta obbligata per rispondere alla crescente necessità di fare meglio con meno. La pediatria, come tutta la medicina, può fare grandi passi avanti ma dobbiamo essere disposti a usare l’innovazione come disciplina, non come un raro e improvviso colpo di genio. Cambiano inoltre gli strumenti a disposizione per l’evoluzione delle tecnologie che offrono soluzioni talvolta impreviste. E dobbiamo imparare a usarli. | Continua...

La sintesi della ricerca

Non è fresco di stampa ma è sempre attuale e anche utile. Il suo punto di forza è la sintesi abbinata alla chiarezza. "L’ABC delle revisioni sistematiche, sembra proprio ad una prima impressione un efficace riassunto di quelli che ti aiutano in poche pagine a comprendere e memorizzare concetti a volte anche complessi": la recensione della rivista L'Infermiere. | Continua...