logo_vappe

Banner
Numero 771, 15 novembre 2017

PAGINE APERTE

Non laviamocene le mani

Quella di John Snow è una storia dell’Inghilterra vittoriana. Il colera asiatico era arrivato a Londra e aveva iniziato a mietere vittime in tre diverse ondate: nel 1831, nel 1848 e nel 1854. Verso la fine della pandemia Snow aveva pubblicato la teoria – frutto di una sua indagine porta a porta che si autofinanziò – secondo la quale il veicolo del “velenoso patogeno” era l’acqua inquinata degli acquedotti pubblici in mano ai privati. Il lavoro di Snow fu ignorato per alcuni anni perché “scomodo”. Quella che racconta in Cattive acque è una storia ancora attuale, scrive Cristina Da Rold, che ha ancora molto da insegnare: capire come si diffonde un patogeno e in quali contesti è il primo passo per arginare un’epidemia, il secondo è passare all’azione. Se ce ne laviamo le mani “il colera continuerà a mietere vittime, allo stesso modo e seguendo le medesime dinamiche mirabilmente descritte da Snow e commentate puntualmente e acutamente da Tom Jefferson”. Nel 2015 sono stati registrati 172.454 casi di colera provenienti da 42 paesi.

La recensione su Scienza in rete »
L’indice del libro di John Snow (PDF: 90 Kb) »
Dall’introduzione di Tom Jefferson: “sul modo di trasmissione del colera” (PDF: 250 Kb) »

In vetrina

John Snow
Cattive acque
Seconda edizione
Sul modo di trasmissione del colera
Per te a soli 22,00 18,70 € »
(Solo per gli iscritti a Va’ Pensiero)

In vetrina

Gianni Tognoni, Massimo Campedelli, Vito Lepore
Epidemiologia di cittadinanza
Welfare, salute, diritti
A soli 19,00 16,15 € »
(Solo per gli iscritti a Va’ Pensiero)

Appuntamenti

Le biblioteche per la ricerca

Come e in quale misura le biblioteche mediche e i centri di documentazione possono valorizzare e supportate la ricerca sanitaria verrà discusso al convegno della Biblioteca virtuale per la salute – Piemonte. A Biella, venerdì 1 dicembre. »

In primo piano

Cure palliative da costruire

Sempre di più le cure palliative riguardano il paziente cardiaco cronico. Ma anche per il cardiologo più scrupoloso diventa difficile riconoscere quando abbia inizio il “vero” fine vita. Un tema che sarà affrontato in tutti i suoi molteplici aspetti da Massimo Romanò in un libro in uscita. »

Forward premia i giovani

Ultimi giorni per partecipare alla prima edizione dei ForAwards, che premia articoli, fotografie e video sulle parole chiave di Forward. Il concorso è aperto ai giovani under 36 e si chiude il 30 novembre. Partecipa e… passaparola! »

We are in peril… We need to expand the vision of public health.Sam Myers citato da Richard Horton, Twitter 13.11.2017