In primo piano

Quell’universo complesso del maltrattamento infantile

“Ti sei voltato dall’altra parte quando il bambino chiedeva aiuto?”. Ecco, questa è la domanda che mi faccio a fine ambulatorio, se ho meritato la fiducia del bambino, se mi sono reso garante della sua protezione, racconta Costantino Panza, co-curatore e co-autore del manuale Maltrattamento all’infanzia che affronta questo universo complesso da diversi punti di vista, attingendo da una vasta letteratura scientifica. Non basta, la diagnosi è solo un primo momento dell’intervento; è necessaria la presenza di una rete istituzionale che possa intervenire integrando due interventi: verso il bambino e verso la famiglia. Quindi pediatri di famiglia, équipe multidisciplinare, rete che unisca i servizi sanitari e i servizi sociali. Solo così si può curare efficacemente questa malattia cronica che ha pervaso tutta la famiglia. 

  | Continua...

Lavarsi le mani, una sana abitudine

Il gesto che salva la vita, ovvero il lavaggio delle mani, da utile raccomandazione è diventato un'abitudine che ci accompagna ogni giorno più volte al giorno ormai da quando è scoppiata l'epidemia di covid-19. A suo avviso, si tratta di un'abitudine che da ora in poi rimarrà stabilmente nelle nostre vite? "Mia madre era sempre molto attenta quando ero un bambino a farmi lavare le mani: forse un’abitudine imparata da mia nonna che aveva vissuto la pandemia della spagnola, un secolo fa". | Continua...

Giornata mondiale dell’igiene delle mani

Ogni anno, il 5 maggio l’Organizzazione mondiale della sanità a partire dal 2005 promuove la Giornata mondiale per il lavaggio delle mani con l’obiettivo di ricordare l’importanza di un gesto semplice, ma essenziale, nella prevenzione delle infezioni trasmissibili, soprattutto negli ambienti ospedalieri e di cura. Quest'anno la Giornata sarà un momento centrale non solo nelle strategie per la sicurezza dei pazienti ma anche per la sicurezza degli operatori sanitari e di tutta popolazione. “Pochi secondi salvano vite! - Lava le tue mani!” è lo slogan. | Continua...

Peer review: come cambiarla in meglio?

La peer review è indispensabile per garantire la qualità dell’informazione scientifica. Ma è uno strumento in crisi. Quali cambiamenti possiamo immaginare? Ne parlerà il gruppo AIE giovani in una sessione plenaria del convegno dell’Associazione italiana di epidemiologia, organizzata con il patrocinio di Forward, Aiom e Associazione Alessandro Liberati. Appuntamento su Zoom, giovedì 29 aprile, alle 14.45. | Continua...