Autore

Antonina Smedile

Laboratorio di epatologia molecolare e gastroenterologia, Dipartimento di Scienze mediche, Città della Salute e della Scienza, Università degli Studi di Torino