Real World Evidence

Buone pratiche della ricerca basata sull’osservazione del mondo reale

Anno:
Collana: Archi
Uscita prevista: settembre
  • Descrizione
  • Recensioni (0)

Descrizione

Il paradigma metodologico degli studi clinici controllati randomizzati fornisce le migliori garanzie disponibili sull’efficacia degli interventi medici. Ciò rende non sostituibile l’approccio sperimentale nel processo decisionale che guida la scelta degli interventi per il miglioramento della salute. Tuttavia, numerosi motivi sia organizzativi che contingenti fanno sì che le popolazioni di pazienti “ideali” osservate nei trial non siano sovrapponibili a quelli visti nella pratica clinica corrente. In altre parole, nonostante l’elevata validità interna di questi studi, i loro risultati soffrono di scarsa generalizzabilità, cosa che ne limita l’applicabilità nella pratica clinica quotidiana. Questo suggerisce l’utilità di integrare le evidenze sperimentali sui presidi terapeutici con adeguate prove che informino sui loro benefici e sulla loro sicurezza effettivamente osservati nel mondo reale: le cosiddette “real world evidence”. Il volume, ispirandosi all’approccio classico della verifica di ipotesi, si prefigge lo scopo di adattare le regole di buona pratica della ricerca clinica a questo complesso contesto. Senza dimenticare, tuttavia, di esaminare le nuove opportunità che in questo campo stanno emergendo grazie all’utilizzo di sempre nuove tecnologie e metodologie. Ricco di esempi pratici e di schede di approfondimento, il volume è un prezioso strumento di lavoro sia per epidemiologi e clinici che per policy maker.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Real World Evidence”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *