La diagnosi ritrovata

Le basi del ragionamento clinico

Disponibile

 45,00

Anno:
Pagine: 470
Collana: Mappe
  • Descrizione
  • Rassegna stampa

Descrizione

Come ragiona un medico mentre visita il paziente? In che modo sceglie la strategia diagnostica? Quali reazioni istintive possono condizionare il suo atteggiamento? Quali sono i più comuni errori, non legati a scarsa conoscenza, ma derivanti dall’ambito cognitivo? Quali i possibili bias e i modi per evitarli? Per rispondere a queste domande un gruppo di medici, con esperienza quarantennale nella medicina generale, ha raccolto una ricca serie di storie, raccontate in modo da rendere espliciti i meccanismi cognitivi che la mente mette in opera per definire e scegliere le ipotesi diagnostiche più probabili. Vengono così identificati e analizzati, nella vivace realtà del caso narrato, i procedimenti di approfondimento, i possibili errori clinici, i perché delle diagnosi differenziali trascurate. A far da cornice alle narrazioni cliniche troviamo capitoli dedicati alla descrizione delle strategie diagnostico-metodologiche e all’errore medico, un excursus storico sulla metodologia diagnostica da Ippocrate ai giorni nostri e, infine, una preziosa guida terminologica. Studenti, specialisti in formazione, medici già in attività troveranno in questo testo conoscenze e riflessioni indispensabili per arricchire e completare quanto già appreso nel proprio percorso formativo.