In primo piano

Cinque cose per una nuova oncologia

Il futuro dell’oncologia è la ricerca della cura giusta per il paziente giusto. Un’oncologia basata sul paziente oltre che sulle evidenze. Ma la personalizzazione delle cure può comportate un’assistenza umanizzata? Al Congresso dell’ESMO 2014 abbiamo chiesto a Matti Aapro – presidente della Multinational Association of Supportive Care in Cancer – cosa serve per rendere più umana l’assistenza offerta al paziente oncologico.

Secondo Aapro le 5 cose per l’umanizzazione delle cure sono: il tempo per parlare con il paziente e i familiari, l’assistenza domiciliare, le linee-guida per le terapie di supporto, la comunicazione dell’oncologo con il medico di base, il ritorno al lavoro per le persone che si ammalano di cancro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.