In primo piano

È il malato, l’autore della propria vita e del proprio rischio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.