In primo piano

GRADE: come ridurre la confusione

ukMetti alla prova il tuo inglese ascoltando l’intervista in lingua originale!
Per la visualizzazione dell’applicazione è richiesto Adobe Flash Player.
 

English version

Perché le linee-guida basate sulle evidenze cliniche possono fare la differenza?

Possono fare la differenza perché i clinici spesso non hanno abbastanza tempo né una sufficiente preparazione nel valutare una ricerca complessa ed evidenze complesse; pertanto, linee-guida che si basino realmente sulle migliori conoscenze, sulle migliori prove, possono aiutare i clinici a prendere decisioni più rapidamente, sintetizzando per loro i dati disponibili. Sappiamo quanti argomenti ridondanti ci siano tra le evidenze. In particolare, abbiamo in mente quegli interrogativi che i clinici si pongono di rado nella loro pratica clinica, e rispetto ai quali non hanno esperienza né conoscenza pregressa perché non hanno avuto tempo di approfondire. Proprio per queste domande infrequenti le linee-guida possono essere d’aiuto.

[n.d.a. In passato le linee-guida e le rassegne narrative della letteratura erano percepite come se tutto ciò che è nelle linee-guida dovesse essere implementato. Questo oggi non è più vero. Una linea-guida serve come risorsa che può essere utilizzata quando nascono interrogativi e dovrebbe fornire le migliori evidenze e raccomandazioni disponibili.]

Quali sono gli scopi per cui è stato creato il gruppo di lavoro GRADE?

Lo scopo più importante del [gruppo di lavoro] GRADE è quello di ridurre la confusione su come le evidenze, e quindi la ricerca di evidenze, sono state accertate e valutate. In altre parole, i ricercatori non sono d’accordo su quali siano i fattori rilevanti, e non sono giunti ad un’intesa su metodi trasparenti per stabilire quanto sia valida un’evidenza ai fini di uniformare le nostre decisioni.
Pertanto l’obiettivo di GRADE è quello di sviluppare un sistema trasparente basato su criteri prestabiliti per valutare la qualità delle prove, e poi prendere queste prove e farle diventare raccomandazioni. In altre parole, non è solo l’evidenza a decidere. Ci sono altri fattori e GRADE cerca di identificare o ha identificato i fattori che giocano un ruolo nel passare dal momento in cui hai individuato finalmente l’evidenza alla sua sintesi in raccomandazioni.

11 giugno 2008

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.