In primo piano

Covid-19: cosa deve cambiare nel Ssn?

“È stata un’esperienza difficile per ciascuno di noi. In particolare per chi ha vissuto questa esperienza nelle regioni più colpite dalla sofferenza, dal dolore, dalla difficoltà ad organizzarsi e a trovare delle risposte. Come detto ha Papa Francesco la cosa peggiore sarebbe quello di sprecare questa esperienza”, commenta a Nerina Dirindin, ex-senatrice, professoressa associata d’economia pubblica e politica sanitaria all’Università di Torino.

Questa emergenza deve essere un’occasione per agire in tre direzioni: riorganizzazione del territorio e delle cure primarie, rafforzamento del sistema di welfare e dell’assistenza domiciliare, decisioni politiche rivolte alla prevenzione collettiva e alla sanità pubblica. Quello che serve è un cambiamento culturale per la tutela della salute.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.