In primo piano

Cochrane Collaboration: 2010, un anno record

Ottimi i risultati che emergono dal report annuale. Un successo decretato da una serie di dati.

  • Il Cochrane Database of Systematic Reviews ha un impact factor per il 2010 di 6,186: il CDSR si pone così nella top ten, al fianco del NEJM, Lancet, PLOS Medicine, BMJ.
  • Nel 2010 sono stati scaricati quasi 4 milioni di testi completi, con un aumento del 14% rispetto al 2009.
  • Le CDSR sono state citate più di 27000 volte.
  • Le 28000 persone che, in tutto il mondo, lavorano per la Cochrane Collaboration hanno prodotto 389 nuove review e ne hanno aggiornate 449.

È costante lo sforzo per migliorare la fruibilità delle revisioni: un impegno culminato nella produzione di un video accessibile su youtube, sviluppato sulla base di una revisione Cochrane sulla salute materno-infantile e la tubercolosi.

Quali gli argomenti più apprezzati? Le revisioni sulla prevenzione delle cadute negli anziani, sugli interventi per prevenire l’obesità in età pediatrica e sulla prevenzione delle ulcere da pressione.

Un anno di successi, iniziato con il riconoscimento della Cochrane Collaboration come ONG da parte dell’OMS: un riconsocimento che comporta un seggio all’Assemblea mondiale della sanità, organo decisionale dell’OMS.

arabella festa

Fonte
The Cochrane Collaboration: Annual Report & Financial Statements 2010-2011.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.