In primo piano

Forward partecipa al Congresso dell’Associazione italiana epidemiologia

Dal 16 al 19 aprile, presso il Palazzo dei congressi di Riccione, si terrà il Congresso dell’Associazione italiana epidemiologia 2024  dal titolo “Salute non sempre uguale: studiare e gestire differenze e variabilità per comprendere le interAzioni”. Tra gli eventi pre-congressuali, nel pomeriggio di martedì 16 aprile, ci sarà quello curato da Forward e dedicato all’Health tecnology assessment (HTA) e interventi di sanità pubblica.

L’HTA è un processo basato sull’evidenza che intende esaminare le implicazioni medico-cliniche, sociali, organizzative, economiche, etiche e legali di una tecnologia sanitaria, attraverso la valutazione di efficacia, sicurezza, costi e impatto sociale-organizzativo. A questo importante strumento di valutazione – utile affinché vengano garantite sostenibilità, qualità e accessibilità dei servizi sanitari universalistici – Forward sta dedicando anche un intero numero monografico, previsto in uscita a marzo, a cui parteciperanno diversi esperti del settore, tra cui: Holger Schunemann, Chiara Formigoni, Patrizia Brigoni e Chiara Bassi.

Il primo degli interventi della sessione pre-congressuale curata da Forward sarà di Fabrizio Faggiano, dell’Università di Torino, in cui si parlerà di evidence-based prevention e valutazione degli interventi di sanità pubblica.

A seguire, l’intervento di Antonella Bena, del Centro di documentazione per la promozione della salute, Regione Piemonte, sulla dimensione dell’equità nella valutazione degli interventi di sanità pubblica e la relazione di Carlo Senore, del Centro di riferimento per l’epidemiologia e la prevenzione oncologica, Regione Piemonte, sulle priorità tra le politiche di prevenzione.

Altre relazioni saranno dedicate alla valutazione degli interventi sanitari in funzione della popolazione target, a cura di Antonio Addis, associate editor di Forward, e Valeria Belleudi, Dipartimento di epidemiologia del Servizio sanitario regionale del Lazio, Asl Roma 1.

Infine, una relazione sull’efficacia della comunicazione in sanità pubblica, curata da Luca De Fiore, Rebecca De Fiore e Norina Di Blasio, del Pensiero Scientifico Editore, e una sulle prospettive future: Elena ParmelliHolger Schunemann, dell’Istituto Humanitas di Milano, si concentreranno sulla valutazione “living” degli interventi di sanità pubblica.

Tutte le informazioni e il programma dettagliato sono disponibili nella pagina dedicata all’evento.


L’ingresso alle sessioni precongressuali è gratuito. Le iscrizioni al Convegno sono aperte e fino al 31 marzo c’è la possibilità di usufruire dell’iscrizione agevolata. Il programma completo è disponibile sul sito dell’Associazione italiana epidemiologia.

Erica Sorelli
Ufficio Stampa Il Pensiero Scientifico Editore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *