In primo piano

Malattie cardiovascolari e differenze di genere

Gli uomini, rispetto alle donne, hanno un rischio superiore di cardiopatia coronarica, specialmente in età più giovane, ma le donne, rispetto agli uomini hanno rischi simili, o superiori, di avere un ictus o insufficienza cardiaca.

Sono queste le conclusioni di uno studio olandese di coorte prospettico, pubblicato sul British Medical Journal, condotto su più di 8mila persone di età ≥ 55 anni senza malattie cardiovascolari, con un follow-up di 20 anni.

I rischi di cardiopatia coronarica, patologie cerebrovascolari, e insufficienza cardiaca sono risultati rispettivamente del 27%, 23%, e 15%, negli uomini, e 17%, 30%, e 18%, rispettivamente, nelle donne.

Ciò significa che per ogni 1000 donne, rispetto agli uomini, si hanno:
• 102 eventi di cardiopatia coronarica in meno,
• 70 eventi cerebrovascolari in più,
• 26 eventi di insufficienza cardiaca in più,come prime manifestazioni di malattia cardiovascolare.

"Uomini e donne di mezza età hanno un rischio simile di malattia cardiovascolare", concludono gli autori dell’articolo pubblicato sul BMJ, "con due persone su tre che avranno qualche forma di malattia cardiovascolare nell'arco della vita. I risultati dello studio evidenziano che la prevenzione primaria delle malattie cardiovascolari è fondamentale sia negli uomini, sia nelle donne".

arabella festa

FontiLeening MJG et al. Sex differences in lifetime risk and first manifestation of cardiovascular disease: Prospective population based cohort study. BMJ 2014 Nov 17; 349:g5992.
NEJM Journal Watch. Lifetime Risks for First Manifestations of CV Disease Differ in Men and Women. Paul S. Mueller, MD, MPH, FACP reviewing Leening MJG et al. BMJ 2014 Nov 17.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.