In primo piano

Polifarmacoterapia nei pazienti anziani oncologici

Sono sempre più numerose le persone anziane con malattie oncologiche in trattamento farmacologico: spesso tali pazienti soffrono di altri disturbi gestiti con uno o più farmaci e, talvolta, assumono autonomamente anche altri farmaci, integratori o prodotti naturali senza informarne il personale medico che li ha in cura.

Come individuare ed evitare i rischi associati alla polifarmacoterapia?
Una review su Lancet Oncology esamina le implicazioni cliniche della polifarmacoterapia, le stratregie per evitare o gestire eventuali effetti avversi o interazioni tra farmaci e per ridisegnare la terapia farmacologica.

Completa l’articolo una serie di consigli pratici che riportiamo.

Classi di farmaci la cui somministrazione potrebbe essere sospesa:

  • Antidepressivi triciclici
  • Antistaminici con effetto sedativo
  • Benzodiazepine a lunga durata d’azione associate con marcata sedazione
  • Analgesici
  • Alcuni farmaci antiinfiammatori non steroidei

Prestare una particolare attenzione ad alcuni farmaci comunemente usati da pazienti oncologici associati a una elevata frequenza di effetti avversi, come:

  • Anticoagulanti
  • Benzodiazepine

Verificare l’appropriatezza della prescrizione di farmaci per la prevenzione primaria o secondaria in pazienti con metastasi, come

  • Antiipertensivi
  • Farmaci anticolesterolo
  • Antipiastrinici
  • Anticoagulanti

Tutte le decisioni sui farmaci da sospendere vanno prese con il comune accordo del medico di base e dello specialista in oncologia.

arabella festa

Fonte
Lees J, Chan A. Polypharmacy in elderly patients with cancer: clinical implications and management. Lancet Oncol 2011; 12: 1249-57.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.