In primo piano

Migrazioni e salute mentale

Cosa può imparare la psichiatria dalla clinica dei pazienti migranti? Come può essere ripensata la sua funzione all’interno delle nostre società in continua evoluzione? Che cosa è stato trasmesso della legge 180 alle nuove generazioni di operatori della salute mentale che si confrontano con le sfide del mondo contemporaneo?

Alle frontiere delle 180 di Davide Bruno intende rispondere a tali interrogativi (più che attuali) a partire dalle storie di pazienti venuti da altrove. I temi e le questioni della clinica transculturale sono sviluppati attraverso l’analisi di singoli casi ed esperienze maturate nell’ambito della sanità pubblica. Un libro che invita a ripensare in modo più esteso l’assistenza psichiatrica in Italia, ma che si rivolge anche a tutti coloro che pensano all’incontro con la diversità come a un’occasione di scambio e cambiamento.

Se ne discuterà venerdì 27 ottobre, a Roma, all’auditorium Paolo Rosa del Museo laboratorio della mente, insieme all’autore del libro, a Pompeo Martelli, Giuseppe Ducci, Giuanluigi Di Cesare e Giancarlo Santone.

La locandina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.