In primo piano

Una medicina per la solitudine

Coltivare gli interrogativi che la relazione con l’altro ci pone, avere la possibilità di restituirli e condividerli con i colleghi, operare in un ambiente che accoglie spazi di confronto e in organizzazioni orientate a prendersi cura di chi cura sono alcuni strumenti potentissimi nell’aiutare a coltivare una dimensione di serenità nello svolgimento della funzione curante. Spazi reali e spazi virtuali possono fungere da rinforzo nel creare quello spirito di coesione e appartenenza utile ad allontanare la solitudine che spesso si vive nel quotidiano agire. | Continua...

A Moby Dick parleremo di Medu e migrazione

Giovedì 7 febbraio, a Roma, la presentazione del libro L’umanità è scomparsa.  Sulle rotte migratorie del XXI secolo di Medici per i Diritti Umanitari: un prezioso libro-testimonianza in cui  medici, psicologi e mediatori culturali dell’associazione  danno voce ai migranti sopravvissuti alle violenze e alle atrocità dei loro terribili viaggi.  Un’opportunità unica per conoscere la sorte di chi subisce un silenzioso olocausto. | Continua...

Il nostro Pensiero per Arabella

Ho due fotografie di Arabella nel mio telefono, entrambe in treno: in una, Arabella ha gli occhi chiusi e il viso quasi poggiato contro al finestrino. Al di là potrebbe esserci la valle dell’Adige, di ritorno da Bolzano. Nell’altra fotografia, ci sono solo gli occhiali di Arabella poggiati sul tavolino del Frecciarossa: per qualche minuto avevamo distanziato i nostri abituali silenzi in treno... | Continua...