Pagine aperte

Le parole, cardine del patto di cura

Le parole della cura sono comunque parole difficili da pronunciare, e per questo richiedono delicatezza, equilibrio e soprattutto onestà. Se a incontrarsi sono cittadini informati e consapevoli e medici competenti anche nelle medical humanities, è possibile praticare una medicina diversa che sia anche un prezioso punto di partenza per contrastare l’uso sempre più diffuso di parole malate. La recensione del libro La cura con parole oneste. | Continua...

Il potenziale inesplorato della creatività

La dislessia. Dalla scuola al lavoro nel terzo millennio non è il primo libro che tratta di dislessia, ma è sicuramente uno dei primi che lo fa in modo alternativo, per usare un termine familiare, è “creativo” secondo molti aspetti. Da dove nasce l’esigenza di concentrare l’attenzione sul sistema educativo e sul mondo del lavoro? A chi si rivolge questo libro e perché la creatività è così preziosa? Lo chiediamo all'autrice: Rossella Grenci. | Continua...

Cuore e Down. Una storia da raccontare

Racconto la storia di un pediatra che ha creduto che curare il cuore di bambini affetti da trisomia del cromosoma 21 (la Sindrome di Down) fosse possibile, a patto di fare diagnosi subito e intervenire entro pochi mesi dalla nascita. Racconto la storia dei colleghi che lo hanno affiancato e di altri, indifferenti o contrari. […] | Continua...

Vincere la partita

Nella pratica quotidiana del processo di cura occorre inserire questa consapevolezza: l’oncologo sa che curare il dolore è fondamentale per la qualità di vita ma anche per tutta l’evoluzione della storia clinica del paziente. Come affrontare il dolore nell’oncologia di oggi? | Continua...