In primo piano

I primi 1000 giorni di vita, come proteggerli dall’inquinamento e dal fumo  

Cosa contiene il fumo di sigaretta? Quali sono gli effetti dell'esposizione al fumo per la mamma, il papà e il bambino? Cosa fare se la futura mamma non riesce a smettere di fumare in gravidanza o in allattamento? Che cos’è “il fumo di terza mano” e come si può prevenire? Le risposte in una videoinfografica a cura del gruppo di lavoro “I primi 1000 giorni”. | Continua...

Webinar sul maltrattamento infantile: iscrizioni aperte

Sabato 15 maggio, dalle 9.00 alle 12.00, il gruppo di lavoro “Maltrattamento all’infanzia” dell'Associazione culturale pediatri (Acp) propone una mattinata di formazione in remoto sul maltrattamento fisico verso il bambino. Obiettivo del webinar è offrire informazioni corrette e strumenti utili da impiegare in ambulatorio per la prevenzione e la gestione di questa forma di abuso all'infanzia: quanto è frequente, quando sospettare, come riconoscere l’abuso, l'approccio alla famiglia, la segnalazione all'autorità giudiziaria, il malessere del pediatra. | Continua...

An Italian epidemiologist of international renown

"Each of us is the encounters we make in life. Adriano Buzzati-Traverso and Luca Cavalli-Sforza in Pavia imprinted me with the interest in quantitative methods in medicine which I developed into research in Pisa working with Luigi Donato, as of today a friendly presence. Gabriele Monasterio was the inspiring example of my clinical years. My critical  conversion to epidemiology was guided by Richard Doll, who became a lifelong professional and personal relation, and my three years with Giulio Alfredo Maccacaro in Milan and seventeen years with Lorenzo Tomatis in Lyon have profoundly shaped what I am". Thus begins the long portrait of Rodolfo Saracci, an internationally renowned epidemiologist who loves classical music and the bow tie. | Continua...

Un epidemiologo italiano di fama internazionale

"Ciascuno di noi è formato dagli incontri che fa nella vita. A Pavia, Adriano Buzzati-Traverso e Luca Cavalli-Sforza mi hanno impresso l’interesse per i metodi quantitativi in medicina che ho sviluppato a livello di ricerca a Pisa lavorando con Luigi Donato, ancora oggi una presenza amica. Gabriele Monasterio è stato l’esempio ispiratore dei miei anni clinici. La critica conversione all’epidemiologia è avvenuta con la guida di Richard Doll, con il quale è durato per tutta la sua vita un cordiale rapporto professionale e personale". Così inizia il lungo ritratto di Rodolfo Saracci, epidemiologo di fama internazionale che ama la musica classica e il papillon. | Continua...