Autori

Le alici nel paese delle meraviglie

Se non sapessimo che è davvero una persona molto seria… Mangia di tutto purché ci siano le alici: possibile? Uno dei più influenti bioeticisti del mondo come Ken Goodman guarda con nostalgia alla Premiata Forneria Marconi (lo abbiamo avvertito noi dell'uscita del nuovo CD della band) e legge Neal Stephenson: un postcyberpunk? Forse no: nel suo petto batte un cuore romantico che sogna la Costiera amalfitana… L'autore di "Etica, informatica e medicina" ci dice tutto di sé, ma lo spazio è poco per elencare i suoi troppi difetti.
| Continua...

L’uomo che sussurrava l’EBM

L'EBM tra la via Emilia e il West… Così com’è non gli sta bene neanche l’EBM: non può essere solo ricerca bibliografica, sostiene. Si divide tra Modena e Bologna ma ha il cuore in Inghilterra e ama Roma e l’ospitalità mediterranea. Mentre va in bicicletta, si crede Robert Redford; per scrivere un libro chiederebbe aiuto a Le Carré. Non c’è che dire, per pensare così in grande bisogna stare davvero in pace con se stessi; anzi, come dice la moglie, si deve essere proprio… egosintonici. | Continua...

Il gusto del sud

Non inviterebbe nessun politico a cena. Se gli offrissero la poltrona di Ministro della Salute, gli tremerebbero i polsi. Il suo classico preferito: "Il posto delle fragole" di Bergman. Ama la musica operistica e i sapori del sud, per non parlare poi dei rossi tramonti romani. Il mondo degli affetti e delle relazioni tra genitori e figli è uno dei suoi maggiori interessi professionali, che è legato – ci spiega Massimo Ammaniti – alla sua personale esperienza "prima come figlio e poi come padre". Sulla scrivania del suo studio… "Come Dio comanda"; l'ultima opera del figlio: Niccolò. | Continua...

A tavola con il Professore

Solitamente lo vediamo a Superquark. Ma oggi abbiamo avuto il piacere di pranzare con lui in una trattoria romana, a Piazza Sallustio. Tra una portata e l’altra abbiamo parlato del suo ultimo libro Alimentazione e nutrizione umana, della qualità del cibo e dei pericoli che si nascondo negli alimenti e che ci fanno perdere fiducia nei sistemi di controllo. Arrivati al caffè, Carlo Cannella ci ha confidato che ciò che più lo appassiona è "capire il perché delle cose, ricercare la verità… e correre su di un prato". Un libro che avrebbe voluto scrivere? La Divina Commedia. Ambizioso, il Professore… | Continua...