logo_vappe

Banner
Numero 829, 20 febbraio 2019

Commenti

Connessioni reali

Ci sono momenti nella vita professionale di un medico in cui si è soli di fronte al paziente e nessuno può dirci come reagire. Siamo solo noi, la nostra analisi clinica e una domanda che ronza nella testa: “E ora?”. Da una certa prospettiva, il nostro percorso formativo è una lenta ma progressiva evoluzione verso la solitudine delle proprie scelte, raccontano Stefano Guicciardi e Mirko Claus. In questa solitudine i social media possono diventare degli alleati per trovare conforto e per condividere le paure e le fatiche del quotidiano. “Però – considerano i due giovani medici specializzandi – c’è il rovescio della medaglia di cui dobbiamo essere ben consapevoli, perché le connessioni offerte dai social media sono spesso dei palliativi che rischiano, paradossalmente, di isolarci dal circostante.” La tecnologia può essere un valido strumento a sostegno della collaborazione, del lavoro di gruppo, sociale, per l’uomo e non contro l’uomo, aggiunge Alberto Tozzi, “ma la vita del medico sarebbe misera se ci fermassimo alla tecnologia. Quindi sarà bene che ravviviamo, se ce ne fosse bisogno, le nostre caratteristiche di animali sociali. Un collante formidabile per le persone che lavorano insieme è la condivisione di obiettivi grandiosi.”  La sfida è rimettere al centro della medicina l’umanità del medico, con tutte le sue forze e soprattutto tutte le sue debolezze.

Alla ricerca delle connessioni perdute, Stefano Guicciardi, Mirko Claus»
Siamo animali sociali, Alberto E. Tozzi »

In vetrina

Victor Montori
Perché ci ribelliamo
Una rivoluzione per una cura attenta e premurosa
A soli 12,00 10,20 € »
(Riservato agli iscritti a Va’ Pensiero)

In vetrina

Danielle Ofri
Cosa dice il malato, cosa sente il medico
24,00 20,40 € »
(Riservato agli iscritti a Va’ Pensiero)

In agenda

Open data in Lazio

Nel Lazio si registra un lieve calo demografico rispetto all’anno precedente. Due cittadini su dieci sono over65, con un indice di vecchiaia in crescita ma in modo eterogeneo. Migliora la speranza di vita alla nascita. In calo le ospedalizzazioni, in particolare per ictus e infarto. Sono solo alcuni dei numeri del sito istituzionale Statosalutelazio.it, che condivide in modo trasparente i dati sullo stato di salute dei cittadini dell’intera regione. Bal.lazio.it »

In primo piano

Interessi a tavola

Quando tre anni fa si diceva che i principi del MacDonald stavano sempre più caratterizzando la medicina, ci si riferiva ai quattro elementi del business della catena di fast food: efficienza, misurabilità, prevedibilità e controllo. Non era una buona notizia, come non lo è che la dietologia statunitense stia invece venendo progressivamente influenzata da Burger King, ma non per aver scelto di sposare la filosofia dei rivali del MacDonald: perché qualcuno ha preso dei soldi. Recentiprogressi.it »

Dolce amaro

Il governo italiano è da anni a difesa degli interessi delle multinazionali dello zucchero. Il vento del cambiamento, si legge in una lettera aperta alla ministra della salute Giulia Grillo, dovrebbe piegare gli interessi delle lobby che nei governi precedenti hanno avuto buon gioco nell’ostacolare gli interventi fiscali atti a ridurre il consumo di alimenti e bevande insalubri e hanno condizionato, screditandola, la posizione dell’Italia per la salute globale. Saluteinternazionale.info »

Taking the time to witness a patient’s suffering and acknowledge a patient’s prayers is itself a therapeutic act. It humanizes the medical system and creates a foundation of trust for the patient.Jessica Zitter, Annals of Internal Medicine 19.02.2019